google-site-verification: googlee552bc4c0d65a0b4.html

venerdì 6 dicembre 2013

"Leggero" di Giovanni Raboni

esserti… leggero…
Jean-Honoré Fragonard, Ragazza che gioca col cane






Solo questo domando: 
esserti sempre, 
per quanto tu mi sei cara, 
leggero.

- Giovanni Raboni, Canzonette mortali


Non se ne abbiano a male gli uomini, non sto facendo un paragone irriverente con il cane, sebbene questo animale domestico possieda doti che purtroppo spesso mancano agli esseri umani.
Il quadro sta ad indicare un momento ludico di cui  la ragazza gode in quanto gioiosa, una leggerezza interiore che gli consente di lasciarsi andare a giochi con il suo, evidentemente leggero, piccolo animale, non di meno la leggerezza nel quadro è espressa anche dalla tecnica pittorica.
Ciò che colgo nella poesia di Raboni è proprio questo "bene vellere", questo desiderare di volere essere per l'amata fonte di felicità, gioia, serena allegria. 



Giovanni Raboni ( sito: Giovanni Raboni) Milano, 22 gennaio 1932 – Fontanellato, 16 settembre 2004) è stato un poeta, scrittore e giornalista italiano appartenente alla "generazione degli anni trenta", insieme ad alcuni dei più conosciuti nomi della letteratura italiana. La sua ultima compagna è stata la poetessa Patrizia Valduga.









Jean-Honoré Fragonard (Grasse, 5 aprile 1732 – Parigi, 22 agosto 1806) è stato un pittore francese, importante esponente del rococò e uno dei maggiori artisti francesi del XVIII secolo.

I suoi dipinti sono caratterizzati da un particolare uso della luce e dalla rarefazione di determinate parti, utilizzata come espediente per rendere la leggerezza di alcuni elementi, come i panneggi o le bianche acconciature femminili. Fu un pittore storico, paesaggista e di genere. Si dedicò, con grande eleganza, anche alla pittura di carattere frivolo e malizioso, cosiddetta "erotica".

1 commento:

  1. E' l'insostenibile leggerezza dell'amore...

    RispondiElimina

Un tuo commento ci dà ragione di essere… se ci sei, batti un colpo!