google-site-verification: googlee552bc4c0d65a0b4.html

domenica 17 febbraio 2013

"'O mmele"di Prospera Paturnia


tengo 'a capa tosta

'O mmele

Staie sempre ’e posta ccà, urzo gulioso,
speruto  ’e te mangià stu favo ’e mèle
aspiette e nun t’arrienne ’ntussecuso
pure si ne ricave sulo fele.

Lassame sta ca tengo ’a capa tosta,
sientelo nu cunsiglio ’a parta mia:
cu mme nun c’è che ffà, tienete ’a posta,
cagna indirizzo, porta e fantasia.

’Sta vocca ’e mèle, ’sti vase nzuccarate
ll’aggiu prummiso a ’n ‘atu nnammurato.


- Prospera Paturnia

Trad:

Il miele

Stai sempre qua di guardia, orso goloso,
desideroso di mangiare questo favo di miele
aspetti e non ti arrendi, amareggiato,
pure se ne ricavi solo fiele.

Lasciami perdere che ho la testa dura,
ascolta un mio consiglio
con me non ce nulla da fare, statti sulle tue,
cambia indirizzo, porta e fantasia ( traslato: l'oggetto dei tuoi desideri)

Questa bocca di miele, questi baci zuccherini
li ho promessi ad un altro fidanzato...

- Prospera Paturnia

Chi ama non tradisce

6 commenti:

  1. Chi ama non tradisce: chi?
    come? in qual tempo e luogo?

    Stupendo flash d'amore
    tradizional da cantare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata troppo drastica? :)

      Io non bacerei...(etc) mai un uomo che non amo... L'ho fatto una volta... pessimo ricordo, di quelli "ma che c... sto facendo qui?"

      Grazie del complimento, ti abbraccio! :)

      Elimina
  2. ehh...ma quando s'appicciano certi meccanismi... non è facile mantenere senso delle proporzioni, lucidità di intenti e opportunismi. Un'insistenza pertinace ma corretta, corteggiamento "intimo", d'intenti,più che formalizato con ripetuti, ossessivi pronunciamenti forse... forse un giorno, potrebbe trovare scavato il buchetto nella pasta scavato nel tempo. A prescindere, i versi rendono tutta l'insofferenza, vanitosa e femminile, verso chi tozzelea e n'un tene risposta!
    luciano cuomo fb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaah, Luciano, che bella analisi!!! A volte si sbaglia donna, che comunque è lusingata da un complimento (a meno che non sia scortese o venga da persona sgradita), altre volte è la formula del corteggiamento che è sbagliata... e molte volte si è insofferenti per dispetto, per tenere sulle corde un corteggiatore...
      Le donne sono un po' più complicate degli uomini, hanno meno massa celebrale ma più sinapsi...

      Elimina

Un tuo commento ci dà ragione di essere… se ci sei, batti un colpo!